Arrivano le prime sanzioni

Arrivano le prime sanzioni

9th Aprile 2019 0 Di omniasoft

Cominciamo ad esaminare la sanzione applicata dal garante austriaco ad un esercizio commerciale, che sviluppava attività di scommesse. Questo esercizio commerciale aveva installato delle telecamere una delle quali inquadrava il marciapiede antistante l’ingresso dell’esercizio commerciale.

Dopo aver portato a termine un’istruttoria, nella quale sono stati esaminati 10 fattori che concorrono a determinare la sanzione, l’autorità garante è giunta l’applicazione di una sanzione di 5280 €. Chi scrive ha già preso contatto con l’autorità garante austriaca, per avere il dettaglio delle modalità di valutazione dei 10 aspetti previsti dal regolamento.Pubblicità

Una seconda sanzione è stata applicata dall’autorità garante tedesca del Baden Wuttenberg (ricordo che in Germania esistono tante autorità garanti quanti sono i lander). La sanzione è stata determinata in 20.000 € ed è stata applicata ad un operatore di social network, che non avevano protetto in modo adeguato 330.000 parole chiave dei soggetti, collegati a questa rete.

Infine c’è quella applicata a Google dall’autorità garante francese-CNIL, di 50 milioni di euro perchè nella raccolta del consenso ad inserzioni pubblicitarie il messaggio era lungi dall’essere chiaro.

È interessante infine mettere a confronto questi numeri con il numero di reclami che sono stati presentati alle autorità garanti nazionali, che ha raggiunto la bella somma di 95.250 reclami.

In allegato potete trovare l’info grafica del comitato europeo per la protezione dei dati: