GDPR, le tre migliorie nel testo decreto

GDPR, le tre migliorie nel testo decreto

11th settembre 2018 0 Di omniasoft

Consenso del minore in relazione ai servizi della società dell’informazione

 testo pubblicato in Gazzetta Ufficiale ha opportunamente previsto che il minore che abbia compiuto i quattordici anni può esprimere il consenso al trattamento dei propri dati personali in relazione all’offerta diretta di servizi della società dell’informazione. Con riguardo a tali servizi, il trattamento dei dati personali del minore di età inferiore a quattordici anni è lecito a condizione che sia prestato da chi esercita la responsabilità genitoriale.

Modalità di nomina dei componenti dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali

Qui la novità è di particolare interesse: in linea con quanto già previsto per la nomina dei componenti del consiglio di amministrazione della Rai designati dal Parlamento, si prevede una procedura di evidenza pubblica per la raccolta delle candidature a componente della Autorità Garante.

Nuove fattispecie penali

l decreto introduce due nuove fattispecie penali: il reato di comunicazione e diffusione illecita di dati personali oggetto di trattamento su larga scala e quello di acquisizione fraudolenta di dati personali oggetto di trattamento su larga scala.

Per questo è stata quanto mai opportuna la sostituzione dell’espressione “rilevante numero di persone” con l’espressione “oggetto di trattamento su larga scala”, giacché si tratta di un parametro normativamente previsto dall’art. 37 del Regolamento UE e che ha trovato una sua specificazione nelle linee guida elaborate dal WP29 sul Data Protection Officer.

 

fonte agendadigitale.eu